Anno Scolastico 2019/2020

  09 Marzo 2020

 Integrazione della valutazione del rischio biologico di cui al p.to 6.3.21 del DVR,

Situazione di pericolo

Il possibile rischio derivante dall’epidemia da Covid-19 in atto nel nostro Paese, pur non presente in forma epidemica nella Regione Lazio e quindi configurando uno scenario a bassa diffusione del contagio, impone l’adozione delle comuni misure preventive di contrasto alla diffusione delle malattie trasmesse per via respiratoria ed in particolare:

  • Lavarsi frequentemente le mani;
  • Porre attenzione all’igiene delle superfici con cui si viene a contatto eventualmente pulendole con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  • Evitare i contratti stretti e protratti con persone con sintomi simili a quelli dell’influenza;
  • Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  • Evitare di toccarsi occhi, naso e bocca con le mani
  • Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o si tossisce
  • Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
  • Usare la mascherina solo se in presenza di sintomi di tipo influenzale
  • Adottare ogni ulteriore misura di prevenzione dettata dal datore di lavoro

Se nel corso dell’attività lavorativa, si viene a contatto con un soggetto che risponde alla definizione di caso sospetto, è necessario contattare i servizi sanitari segnalando che si tratta di caso sospetto di COVID-19.

Nell’attesa dell’arrivo dei sanitari:

  • evitare contatti ravvicinati con la persona malata;
  • se disponibile, fornirla di una maschera di tipo chirurgico;
  • lavarsi accuratamente le mani;
  • prestare particolare attenzione alle superfici corporee che sono venute eventualmente in contatto con i fluidi (secrezioni respiratorie, urine, feci) del malato;
  • far eliminare in sacchetto impermeabile, direttamente dal paziente, i fazzoletti di carta utilizzati. Il sacchetto andrà smaltito in uno con i materiali infetti prodottisi durante le attività sanitarie del personale di soccorso.

Misure di prevenzione

A fini preventivi andranno comunque disposte le seguenti misure organizzative:

  • attuare tutte le specifiche disposizioni di prevenzione emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri
  • attivare o rafforzare il sistema per il controllo dell’accesso degli esterni nei locali scolastici;
  • evitare, negli uffici amministrativi durante il ricevimento del pubblico, il sovraffollamento anche scaglionando gli accessi avendo cura di eseguire frequenti areazioni dei locali;
  • accertarsi che le ditte incaricate alle pulizie ordinarie o gli stessi collaboratori scolastici eseguano scrupolosamente pulizia e disinfestazione delle superfici e degli ambienti;
  • disporre che siano mantenute adeguate distanze con l’utenza così come indicato dall’Istituto Superiore di Sanità e dai DPCM della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
  • mettere a disposizione del personale dei presidi per l’igiene e la pulizia della cute, possibilmente monouso e di facile utilizzo.
  • diffondere, a tutto il personale, delle specifiche informazioni sulla base delle indicazioni predisposte dal Ministero della Sanità e dai DPCM della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il presente aggiornamento è stato redatto ed approvato in data 03.03.2020